Quella di Joker Boat è la storia di una passione per il mare e per le cose fatte bene che, in cinquant’anni, si trasforma in un successo globale.

Nata ufficialmente alla fine degli anni Settanta da un’idea di Giuseppe Aiello, che in una minuscola cantina comincia a produrre piccoli battelli artigianali totalmente fatti a mano, l’azienda diventa già con l’arrivo degli anni Ottanta un vero gioiello di imprenditoria italiana.

Si passa infatti da gommoni risultato di un approccio esclusivamente manuale, composti da tubolari in neoprene e fondi pieghevoli, non rigidi, accostati a pagliolati di legno o chiglie gonfiabili (battelli di qualità talmente squisita da essere, in alcuni casi, ancora oggi impegnati a navigare), a una netta propulsione verso l’innovazione tecnologica che fa innamorare di Joker Boat non solo l’Italia, ma tutta l’Europa.

Il “cuore” del brand, tuttavia, non cambia: il principio dell’artigianalità che da sempre lo distingue rimane infatti immutato, tanto da caratterizzare ancora oggi la filosofia aziendale.

Verso il nuovo millennio

Guidata per lungo tempo dal figlio di Giuseppe Aiello, Joker Boat aumenta significativamente la sua produzione negli anni Ottanta e Novanta, arrivando a realizzare oltre mille barche l’anno. È sempre a cavallo tra questi due decenni che viene lanciata sul mercato nazionale ed estero la nuova gamma Clubman, declinata nelle versioni da 19 ai 33 piedi: battelli d’eccellenza concepiti in particolar modo per comfort a bordo e i primi, per il brand, a superare i sei metri di lunghezza.

Fin da subito, i Clubman dettano le regole di performance e i canoni compositivi dell’intero segmento di mercato, trasformandosi rapidamente nella punta di diamante della produzione aziendale e rimanendo ancora oggi tra i best seller.

Si tratta di un nuovo, grande successo per Joker Boat, il cui prestigio è, a questo punto della sua storia, già legato ai Coaster, battelli di lunghezza inferiore ai sette metri progettati per pescare o rilassarsi sulle onde. I modelli 550 e 650, maestosi e immediatamente riconoscibili, sono tra i fiori all’occhiello di un brand che vanta un patrimonio storico importante e si prepara a “navigare” il nuovo millennio, le sue sfide e i suoi straordinari successi.

Joker Boat oggi: è la terza generazione familiare

A guidare Joker Boat è oggi il CEO Andrea Aiello. Siamo quindi giunti alla terza generazione familiare al timone di un’azienda dal forte DNA italiano ma dalla visione ormai globale, che negli anni ha continuato a credere nell’innovazione, nella ricerca e nello sviluppo di nuove soluzioni per rispondere alle esigenze di un mercato sempre più dinamico, esigente e competitivo.

Con clienti in ogni parte del mondo, Joker Boat ha scelto di perseguire un’evoluzione che si adeguasse alle richieste del comparto senza però tradire la filosofia che guida l’operato aziendale da ormai mezzo secolo. Per questo, molti dei processi produttivi sono ancora svolti in modo artigianale: è il caso del taglio e dell’assemblaggio dei tubolari, che viene effettuato a mano direttamente dalle maestranze dell’azienda, così come dell’assemblaggio dei componenti e degli accessori.

Altri processi sono stati invece automatizzati per velocizzare la disponibilità dei materiali in produzione: il magazzino, ad esempio, sfrutta oggi un potente macchinario verticale e un apposito gestionale online. E sempre con l’obiettivo di snellire i processi produttivi, Joker Boat ha scelto di gestire internamente lavorazioni complesse come quelle relative alla tappezzeria dei suoi battelli.

Queste decisioni strategiche hanno portato il numero dei dipendenti aziendali addirittura a raddoppiare negli ultimi cinque anni, e il fatturato a crescere stabilmente del 20% l’anno. A trainare il successo del brand è oggi l’export, che rappresenta ben il 70% della produzione: quanta strada è stata fatta dalla piccola cantina di nonno Giuseppe!

E dal momento che l’eccellenza italiana di Joker Boat deve mantenersi tale anche all’estero, importanti investimenti hanno interessato la rete di vendita mondiale, oggi accuratamente formata in merito al corretto svolgimento delle riparazioni e all’installazione, in completa autonomia, di determinati componenti delle imbarcazioni. Questo approccio non è soltanto coeso e coerente con la filosofia aziendale delle cose “fatte bene”, ma finalizzato a migliorare ulteriormente la qualità generale dei gommoni venduti e dei processi di installazione di motori e accessori.

Contestualmente, il brand ha dato vita a un progetto molto ambizioso a completo beneficio dei propri clienti: l’istituzione del primo Test Center Joker Boat sul Lago Maggiore, in cui è esposta l’intera gamma motorizzata e dove è possibile toccare con mano e provare personalmente i battelli prima dell’acquisto.

Clubman, Coaster e Barracuda sono i nomi delle collezioni Joker Boat che percorrono, onda dopo onda, i mari del tutto il mondo. Una linea completa di battelli di qualità italiana che spazia dai modelli per la famiglia a quelli per la pesca hobbistica e professionale, e offre il vantaggio aggiuntivo di poter personalizzare in modo dettagliato ogni singolo gommone: grazie al concetto “Crea la tua unicità”, che include anche un configuratore online, i clienti scelgono oggi la loro componentistica e customizzano i colori di tappezzeria, tubolari, cuciture e altri dettagli.

Perché da sempre, in Joker Boat, al centro di ogni battello ci sono emozione, passione e irripetibilità.